IL PACCHERO

N°123

Il Pacchero

IL BELLO CHE TI STENDE

Se c’è un formato napoletano per eccellenza, quello è il Pacchero. Napoletano e popolano: nasce come formato di pasta povero capace di trattenere i sughi fino all’ultima goccia, anche quando nel piatto c’era ben poco sugo da trattenere.

Il suo nome deriva da paccaria, in napoletano, “schiaffeggiare”:
ciò è dovuto probabilmente al suono che emette tuffandosi nel sugo.
E ancora di più dall’effetto che fa: già dal primo morso c’è da rimanere colpiti, storditi, stesi. Basta un solo assaggio e ti fa partire ‘e capa.

Non c’è cottura o preparazione che tengano davanti a un Pacchero Voiello, tenace e rude com’è. Rimane sempre forte e corposo anche quando viene preparato ripieno o fatto prigioniero in un timballo di pasta al forno.

È tosto ma è anche capace d’amare. I sughi liquidi e cremosi in particolar modo.
Questo tipo di pasta, con la sua forma morbida e la sua sfoglia liscia e porosa, ti inganna accarezzandoti il palato, mentre usa le sue pieghe sinuose per nasconderti gli ingredienti e tutto o’ piacere di una pasta come Napoli comanda.

Con il Pacchero Voiello, trafilato al bronzo e con l’anima di Grano Aureo 100% italiano, non c’è una ricetta giusta o sbagliata.

TEMPO DI COTTURA: 14 MIN
LUNGHEZZA: 40 MM
DIAMETRO: 24,5 MM
SPESSORE: 1,50 MM
Il Pacchero

TABELLA NUTRIZIONALE

VALORI MEDI PER 100g
Energia
1521 kJ
359 Kcal
Grassi
2,0 g
di cui saturi
0,4 g
Carboidrati
69,7 g
di cui zuccheri
3,5 g
Fibre
3,0 g
Proteine
14,0 g
Sale
0,013 g

LE RICETTE COME NAPOLI COMANDA