LO ZITO DOPPIA RIGATURA

N°128

Lo Zito Doppia Rigatura

LE DUE FACCE DELLA SEDUZIONE

Quando uno tiene un nome così, ha un destino segnato. Anzi rigato. Dentro e fuori. Già di suo lo Zito non è un formato qualsiasi. Fosse solo perché Zito, qui a Napoli, vuol dire fidanzato.

Insomma, partiamo da un nome che è una promessa di amore. Promessa regolarmente mantenuta in tutte le migliori cucine partenopee dove da secoli si celebra una festa grande: il matrimonio tra lo Zito e il sugo, due che quando s’incontrano non si lasciano più. E in compenso lasciano te estasiato.

Ma visto che anche la più passionale delle unioni ogni tanto ha bisogno di un po’ di pepe e di qualche cambiamento, abbiamo deciso di rinnovare un formato iconico come gli Ziti introducendo una doppia rigatura interna ed esterna. E dove scappa più il sugo, poverino? Trattenuto nel tunnel dello Zito e avviluppato dalla doppia rigatura per sprigionare tutto il suo sapore dove conta: tra le tue labbra.

Mettici pure che lo Zito Doppia Rigatura Voiello ha una tenuta in cottura che è una bellezza. Merito della trafilatura al bronzo e del Grano Aureo 100% italiano con cui è fatto. Dettagli? Macché. Prova la ricetta degli Ziti Doppia Rigatura Voiello lardiati e poi ne riparliamo.

TEMPO DI COTTURA: 11 MIN
LUNGHEZZA: 45 MM
DIAMETRO: 8,67 MM
SPESSORE: 1,35 MM
Lo Zito Doppia Rigatura

TABELLA NUTRIZIONALE

VALORI MEDI PER 100g
Energia
1521 kJ
359 Kcal
Grassi
2,0 g
di cui saturi
0,4 g
Carboidrati
69,7 g
di cui zuccheri
3,5 g
Fibre
3,0 g
Proteine
14,0 g
Sale
0,013 g

LE RICETTE COME NAPOLI COMANDA